giovedì 5 gennaio 2017

Per il ponte della Befana sulla neve in molte località toscane


Con questo paesaggio invernale e piste innevate grazie ai cannoni. La mappa degli impianti aperti.
Sulle nostre piste toscane e grazie alla neve prodotta dai cannoni, si scia già dagli ultimi giorni del 2016. La nevicata della scorsa notte, seppure di debole entità, ha però adesso dato finalmente un aspetto più invernale al paesaggio. Sono caduti, nelle varie località, circa 5/10 cm. La neve caduta dal cielo e quella prodotta dai cannoni grazie a temperature favorevoli permetteranno quindi di trascorrere sulla neve il ponte dell'Epifania e gli ultimi giorni delle Feste, che si annunciano tra l'altro all'insegna del sole. 
Il Bollettino al 4/1
Abetone altezza neve cm 10/10 impianti aperti 11/17
Zona campi scuola Abetone: aperta seggiovia biposto Campo scuola Abetone; seggiovia triposto Campo Tennis, tapis roulant.
Zona Selletta: aperta seggiovia della Selletta per trasferimento in quota (orario 9/16)
Zona Val di Luce: aperta zona campi scuola con sciovie Jolly e Abetina e seggiovia Sprella. Aperta seggiovia Passo d’Annibale fino alla stazione intermedia. Raccordi agibili sci ai piedi tra le piste aperte.
Zona Ovovia: aperta Telecabina Casa Cantoniera - Monte Gomito e Skilift Zeno 3 con pista Zeno 3. Aperto  Tappeto baby. Aperta  seggiovia Pulicchio con la pista Seghi. Bus navetta su richiesta alla biglietteria per raccordo Ovovia/Pulicchio
t

Amiata altezza neve cm 5/15 impianti aperti 2/8 
Sonio aperti:  Sciovia Jolly a servizio del Campo scuola Macinaie (oltre che del mini circuito che sfrutta il passaggio davanti alla stazione di partenza della Seggiovia Macinaie); Seggiovia Cantore a servizio della Pista Vetta (oltre che per trasferimento pedoni).

Anche le scuole di Sci del Monte Amiata applicheranno uno sconto di 5€ sulle lezioni private di sci fino al 5 Gennaio compreso. Info: amiataneve.it 

Cutigliano/Doganaccia altezza neve cm. 10/10 impianti aperti 3/4

Aperta la funivia Cutigliano/Doganaccia, lo skilift Campo scuola con le piste 1 e 2 e il tapis roulant.

Garfagnana: altezza neve cm 10/10, impianti aperti 0/6. Probabile apertura campo scuola al Casone di Profecchia a partire dal 5 gennaio. 

Zeri altezza neve 0/10, possibile apertura del campo scuola domenica 8 gennaio. 



Gli appuntamenti: All'abetone: il 5 Gennaio Cena con Delitto alla Baita Pulicchio, il 6 gennaio  la Befana arriva sulle piste della Val di Luce a partire dalla 10.00 e alle 17.00 sarà al Rifugio Le Rocce. Alle 21.30 all'Ovovia fiaccolata dei maestri di sci con arrivo della Befana. Il 7 gennaio si cena di nuovo alla Baita Pulicchio. Sull'Amiata la sera del 5 gennaio in tutti i paesi della montagna ci saranno le Befanate con cori e canti tradizionali.  Alla Doganaccia il 6 gennaio alle ore 18.00 arriva la Befana al Rifugio La Bicocca. 
Del Bimbo Fabrizio

giovedì 15 maggio 2014

A Santa Croce sull' Arno continua il 36°Internazionali juniores

I


E 'uno sportivo nato, figlio di un maestro di tennis, attuale n.2 al Mondo ITF a soli 16 anni, Orlando Luz, brasiliano di Corazinho ora trasferito sull’isola di Santa Catarina, era accreditato come il grande protagonista del torneo maschile ai 36° Internazionali juniores di Santa Croce sull’Arno, e sta confermando appieno le sue potenzialità.
Il successo odierno contro il colosso australiano Jake Delaney (76,62) lancia Orlando Luz verso i quarti di finale di Santa Croce, che potrebbe diventare il suo quarto titolo 2014 nel circuito juniores. Potenza, maturità mentale, un dritto fenomenale: queste le caratteristiche del brasiliano classe ’96 che si allena con Larri Passos, coach dell’ex n.1 al Mondo carioca ‘Guga’ Kuerten, e intravede luminosi traguardi nel futuro. “Perché ora noi sudamericani sappiamo di poter emergere, il mondo del tennis è cambiato, abbiamo gli esempi di Coria, Monaco, Del Potro che ci danno coraggio – continua Luz – Sono contento di aver scelto questo sport, adoro Novak Djokovic per la perseveranza con cui gioca ogni singolo punto di un match, ma rimango un grande appassionato di calcio, tifo International d Porto Alegre, e spero che i prossimi Mondiali siano davvero un’occasione unica per il mio Brasile, anche se dal punto di vista delle strutture turistiche, e soprattutto delle condizioni dei nostri aeroporti, siamo un Paese in grande difficoltà per affrontare l'evento calcistico”.
Ottavi di finali da incorniciare per l’azzurrino Simone Roncalli, 17enne di Parabiago (Milano), che in tre set ha battuto il sudafricano Lloyd Harris (26,62,64) conquistando l’accesso ai quarti, e per il pugliese Andrea Pellegrino (63,62 sullo slovacco Alex Molcan). impresa sfiorata dal talento romano Gian Marco Moroni, sicuramente il prospetto più interessante del tennis giovanile italiano, arresosi per 26,63,64 allo statunitense Logan Smith.
Nel femminile, soffre più del previsto l’olandese n.1 del seeding Indy De Vroome, che impiega due lunghi set (76,64) per domare la lituana Justine Mikulskyte, Avanzano ai quarti con un filo di gas sia la n. 2 del teballone, la russa Darya Kasatkina (63, 63 sullanostra Georgia Brescia), che la cinese Ziyue Sun (63, 63 su Beatrice Lombardo). Ma colei che impressiona di più nella terza giornata degli Internazionali juniores di Santa Croce è la statunitense Catherine Cartan Bellis, 15 anni, n.12 al Mondo, un tennis giocato con grande naturalezza ed una “palla” pesantissima. Per lei 3 successi su 3 tornei finora disputati nel 2014. Una striscia vincente che potrebbe anche non interrompersi al Cerri.
Oggi (ore 10) sono in programma i quarti di finale dei singolari e le semifinali dei doppi.
Del Bimbo Fabrizio

martedì 13 maggio 2014

36° Internazionali juniores ITF

PIERI-SHOW A SANTA CROCE SULL’ARNO SPLENDE L’AZZURRO NELLA GIORNATA D’ESORDIO Vittorie per Stefanini, Moroni, Hofer, Lombardo e Bilardo (prossima avversaria della De Vroome) l'Italia che aveva raccolto solo due titoli nei primi quattro mesi dello Junior World Circuit, parte di slancio nel 36° torneo internazionale giovanile “Città di Santa Croce” Mauro Sabatini, selettiva prova di gruppo 1 riservata ai migliori under 18 del Mondo e di scena fino al 17 maggio nella cittadina del cuoio. La ciliegina sulla torta di una giornata d’esordio davvero brillante per i colori azzurri arriva dalla 15enne lucchese Tatiana Pieri (recenti semifinali a Salsomaggiore e Prato), che ha onorato al meglio la wild card nel main draw battendo la svizzera n.61 ITF Chiara Grimm, che la precedeva di ben 619 posizioni nel ranking mondiale: 63.36,64 il finale dopo aver condotto anche 3-1 nel secondo set. “Tatiana per i suoi 15 anni gioca un tennis tatticamente molto maturo, pratica la smorzata, sa fare cose che alla sua età riescono a poche ragazze – spiega Silvia Farina, ex n 11 al Mondo tra le pro, quarti a Wimbledon 2003, ora responsabile del settore under 16 – L’aver già disputato una finale in un torneo da $10.000 le ha dato fiducia, e la partita di oggi, dove ha anche subito un parziale di 5-0 nel secondo set per poi vincere al terzo, la sbloccherà ancora di più mentalmente”. Nel femminile, bella e convincente la vittoria della qualificata palermitana Federica Bilardo (n.923 al Mondo) che in due set ha regolato la più accreditata statunitense Raquel Pedraza n. 101 ITF (61, 75 lo score) e domani se la vedrà con la super-favorita olandese Indy De Vroome per tentare di realizzare un miracolo sportivo. Vittorie sofferte in tre set per la romana Beatrice Lombardo (64,46,63) sulla rumena Karola Patricia Bejenaru e per la bolzanina Verena Hofer (63,36,61 sulla statunitense Jessica Ho). Nel maschile, affermazione per il fiorentino tesserato Tc Prato Jacopo Stefanini (16,60,62 sul cinese Zhuoyang Qiu) e della promessa Gian Marco Moroni, già campione italiano under 14 su questi campi, che ha approfittato del ritiro del russo Alexander Bublik sul 62 in favore dell'azzurrino. Oggi giornata d’esordio per le prime 16 teste di serie maschili e femminili. Oltre a De Vroome, scenderà in campo anche la n.2 tra le donne, la russa Darya Kasatkina, semifinalista nel 2013 a Santa Croce, allenata da Damir Nungaliev, che sembra migliorata in velocità e potenza per poter aspirare a giocarsi quest’anno almeno una finale sull’argilla del Cerri, dove la Russia vanta 5 successi negli ultimi 12 anni, oltre all'exploit di Anna Kournikova nel 1995. Del Bimbo Fabrizio

martedì 6 maggio 2014

“GUARDA FIRENZE” NUMERO 42, TORNA IL CLASSICO APPUNTAMENTO



Tremila pettorali a disposizione per i podisti, fino a esaurimento. E chi dona il sangue si iscrive gratis alla prossima Notturna di San Giovanni Domenica 11 maggio torna, con partenza (e arrivo) in Piazza San Giovanni alle 9.30, per l’edizione numero 42, la Guarda Firenze, la seconda corsa più antica della città, una delle tappe di passaggio organizzate da Firenze Marathon che porterà la città di Firenze verso la maratona del 30 novembre. Per Firenze Marathon e per l’Atletica Firenze Marathon, che curano l’organizzazione, sarà quindi un altro momento di fermento, dopo aver appena archiviato la seconda edizione fiorentina del Meeting internazionale di prove multiple Multistars lo scorso fine settimana e dopo l’altrettanto grande successo organizzativo della Avon Running per sole donne ad aprile. Il patrocinio dell’evento, oltre che da parte dell’assessorato allo sport del Comune di Firenze, è anche a cura dell’assessorato all’educazione del Comune di Firenze. Per i podisti, gli studenti e le famiglie sono pronti 3000 pettorali (cinquecento in più rispetto allo scorso anno) per la Guarda Firenze di 10 km, Trofeo FRATRES - Donatori di sangue, gara non competitiva aperta a tutti. Poi c’è anche la Mini Guarda Firenze di 2,5 km, anche questa aperta a tutti, compresi ragazzi e bambini che partecipano al concorso per gli alunni delle scuole. La manifestazione sarà come sempre ripresa dalle telecamere di Toscana Tv e le immagini andranno in onda nella puntata di “Runners” di giovedì 15 maggio dalle 22.20. Oltre ai premi ai vincitori, saranno cento i premi a sorteggio per gli atleti. Premiate anche le prime dieci scuole, le migliori tre società e le migliori tre palestre numero di iscritti. LA PRESENTAZIONE L’evento è stato presentato oggi presso lo store Universo Sport in Piazza del Duomo, presenti oltre a Giancarlo Romiti, presidente di Firenze Marathon, l’assessore alle pari opportunità e all’educazione Cristina Giachi, il delegato provinciale del Coni Eugenio Giani, l’artista Monica Giarrè, che ha firmato il disegno della maglia ufficiale, Carlo Peruzzi in rappresentanza della Fratres. Inoltre: Fulvio Massini, direttore tecnico di Firenze Marathon, Giorgio Cantini, presidente dell’Atletica Firenze Marathon, il colonnello dell’Esercito (che collabora per la logistica) Mario Esposito, oltre naturalmente i responsabile del negozio Universo Sport di piazza Duomo. “La città aspetta di essere vissuta attraverso questo evento – ha detto Romiti – che è il nostro appuntamento principale per la promozione dell'attività motoria giovanile. IL CONCORSO PER LE SCUOLE Il Concorso per le scuole quest’anno sarà incentrato su Michelangelo Buonarroti, nell’anno dei 450 anni dalla morte. Le premiazioni relative si terranno il 30 maggio nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio Vecchio, alla presenza dell’assessore Giachi. “I bambini si sentono ormai protagonisti di questa giornata – ha sottolineato proprio l’assessora all’educazione Cristina Giachi – ringrazio Firenze Marathon per aver collegato un evento sportivo all’identità della città. Non si tratta solo di correre, come in altri casi, in un posto ma anche per un posto, portandolo negli occhi e nel cuore. Questa filosofia è celebrata in tutte le fasi organizzative: dalle magliette all’importanza che viene attribuita alle immagini e agli artisti che lavorano per la manifestazione. I ragazzi del resto aspettano ormai questo appuntamento con trepidazione dopo esserselo segnato sul calendario.Siamo felici di collaborare ancora una volta con Firenze Marathon, da sempre sensibile ai temi che riguardano la nostra città e il benessere dei ragazzi e delle famiglie”. “Questo evento – ha detto Eugenio Giani, che per l’occasione era presenta anche come presidente dell'Ente Casa Buonarroti che ha sede in via Ghibellina – fa parte del Settebello del podismo fiorentino: è una delle manifestazioni che superano, e di gran lunga, i 1000 iscritti. E’ bellissima tutti gli anni la corsa, alla quale prendo parte sempre anche io essendo su una distanza, quella dei 10 chilometri, accessibile a tutti, ma anche il momento della premiazione nel Salone dei 500 sempre pieno”. INIZIATIVA PER LA DONAZIONE DEL SANGUE Da sempre attenta anche ai risvolti sociali l’organizzazione Firenze Marathon lancia quest’anno un’iniziativa: chi parteciperà alla Guarda Firenze e donerà sangue presso uno dei punti di raccolta Fratres entro il 15 giugno, potrà avere iscrizione gratuita alla Notturna di San Giovanni del prossimo 21 giugno. Basterà presentare al momento dell’iscrizione il documento che viene rilasciato al momento della donazione. INIZIATIVA CON L’ORCHESTRA DELLA TOSCANA Orchestra della Toscana e Firenze Marathon sono di nuovo insieme in un connubio di sport e cultura. Dopo il successo dell’iniziativa dello scorso anno alla Firenze Marathon con il concerto di “Pierino e il lupo”offerto a tutti i partecipanti della Ginky Family Run, tutti gli iscritti alla Guarda Firenze potranno assistere ai concerti dell’Ort al Teatro Verdi di venerdì 16 e 28 maggio al costo di soli 5 euro. IL MESSAGGIO PER GLI STUDENTI E GLI ALUNNI Sono inoltre ribaditi anche gli altri due temi che da sempre accompagnano questo evento. Uno è l’incentivo a riscoprire la città di Firenze e i suoi monumenti, anche quelli meno conosciuti, attraverso la corsa e il relativo concorso per le scuole. L’altro è quello di ribadire il messaggio che fare sport fa bene per combattere la sedentarietà dei ragazzi e promuovere un’alimentazione e una vita attiva e salubre. Insomma correre per avvicinare ragazzi e genitori a uno stile di vita salutare fatto di movimento e non sedentario ma anche di approfondire temi legati alla storia, al costume, alla vita della città di Firenze, tra passato e presente, indirizzando l’attenzione dei giovani a luoghi, monumenti, palazzi anche meno noti, ma la cui conoscenza costituisce un necessario e utile complemento per la loro formazione. ISCRIVERSI PRIMA POSSIBILE La quota d’iscrizione è di 10 euro per la gara sui 10 chilometri; la Mini Guarda Firenze è a iscrizione gratuita per i ragazzi fino a 14 anni, mentre per gli adulti è sempre di 10 euro. Le iscrizioni sono aperte fino a venerdì 9 maggio presso la sede di Firenze Marathon, presso Training Consultant, presso tutti i negozi Universo Sport e presso Isolotto dello Sport. Ci si può iscrivere anche domenica mattina prima del via, prima delle 9, ma il consiglio è quello di effettuare l’iscrizione prima perché all’esaurimento dei pettorali non ci sarà più possibilità di partecipare alla gara. LA MAGLIA DA COLLEZIONE Tutti i partecipanti alla Guarda Firenze di 10 km riceveranno la T-shirt ufficiale Asics Guarda Firenze, per i podisti ormai un must da collezionare, per questa edizione con una riproduzione esclusiva dell’artista fiorentina Monica Giarrè. Le magliette potranno essere ritirate solo domenica 11 Maggio in Piazza San Giovanni al termine della manifestazione, mostrando il pettorale. Tutti i partecipanti alla Mini-Guarda Firenze riceveranno invece la maglietta ufficiale Ginky Guarda Firenze e come sempre sarà importante la partecipazione di studenti, genitori e insegnanti che aderiscono al concorso didattico Guarda Firenze, collegato all’Assessorato all’Educazione e rivolto agli studenti delle scuole primarie e medie. PUNTI DI ISCRIZIONE Ecco quali sono i punti di iscrizione: Fino a venerdì 9 maggio presso: • FIRENZE MARATHON, Viale M.Fanti 2, c/o stadio di atletica Luigi Ridolfi; dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 - Tel: 055 5522957 • ISOLOTTO DELLO SPORT, Via dell' Argingrosso, 69 a/b ( Fi )- Tel: 055 7331055 • TRAINING CONSULTANT, Via Fra G.Angelico 6 ( Fi )- Tel: 055 6236163 • UNIVERSO SPORT: Via Masaccio, 201/D, 50132, Firenze - Tel. 055 588021 Piazza del Duomo, 7, 50122, Firenze – Tel. 055 2675962 Via Sandro Pertini, 36, 50127, Novoli - Tel. 055 4221252 Via Erbosa, 68 Centro Commerciale "Centro* Gavinana" – Tel. 055 6810839 I Gigli - Via San Quirico, 165 - Campi Bisenzio – Tel. 055 8969403 inoltre • La domenica mattina della gara, fino alle 9, in Piazza Duomo, salvo esaurimento pettorali. Fabrizio Del Bimbo

32° TORNEO INTERNAZIONALE UNDER 18 “ CITTA’ DI PRATO” 2014 al via il tabellone principale


 
Il torneo comincia con i giocatori più forti con i primi turni del tabellone principale dopo aver qualificato, in due giornate intense, 6 ragazzi e 4 ragazze. Il tabellone maschile vede come favorito il cinese Weiqiang Zheng (55 al mondo) con prim iavversari il norvegese Viktor Durasovic (58) e l’altro cinese Zhuoyang Qiu .
 Quarta testa di serie l’inglese Rhett Purcell (77). Nel femminile
saranno da battere le due lituane Akvile Parazinskaite (34) e Justina
Mikulskyte (numero 61 Itf) con la nostra azzurra, Verena Hofer, vincitrice
proprio lo scorso anno della manifestazione laniera, che è la quarta
favorita. Mentre la terza testa di serie è l’australiana Seone Mendez. In
tabellone sono entrati nel maschile Enrico Dalla Valle, l’uzbeko Alan
Gadjiev, Cristian Carli, Luca Giacomini e Giovanni Oradini. Mentre al
femminile si sono qualificate Francesca Brancato, la spagnola Carrasco
Gutierrez che ha sconfitto in un match combattuto Martina Pratesi, la russa
Ludmilla Samsonova e Camilla Abbate che ha superato la russa Kochneva. Tra
le wild card c’è anche Tatiana Pieri che è stata sconfitta in semifinale a
Salsomaggiore e che quindi potrà giocare nella sua Toscana un’altra
manifestazione di prestigio , Anna Turco, Verena Melis e Karola-Patricia
Berjenaru le altre che non dovranno passare dalle qualificazioni. Mentre nel
maschile gli organizzatori insieme alla Federtennis hanno dato la chance a
questi giocatori: Diego Morelli, Ferruccio Cuomo, Riccardo Balzerani,
Federico Bertuccioli, Giovanni Calvani e Gian Luca Grison. Il torneo che
vede un Albo d’oro di grandissimo valore con ben 28 tra ragazzi e ragazze
che successivamente hanno conquistato la top ten mondiale tra cui le nostre
Pennetta, Schiavone ed Errani. E al Tc Prato c’era anche chi nel 1989 ha
vinto il torneo “ Questa manifestazione è sempre stata importante e un
trampolino di lancio per i giocatori e le giocatrici che aspirano al grande
tennis – spiega Silvia Farina, capitana under 16 femminile - già nei turni
di qualificazione possiamo osservare un ottimo tennis e sicuramente vedremo
atleti che saranno protagonisti del tennis mondiale”. Come sei stata te e
tanti altri “Noi italiane l’abbiamo fatto tutte questo torneo – continua
Farina – e io l’ho vinto nel 1989. Altre non l’hanno vinto ma sono arrivate
tra le prime 10 al mondo. I tornei giovanili sono un passaggio fondamentale
per i giovani ed è giusto farli. Abbiamo diversi giocatori italiani che
dietro ai risultati sia di Fed Cup che di Coppa Davis stanno facendo bene e
speriamo che anche in questo torneo vada in fondo un italiano”. Tra i
giocatori di casa da seguire Jacopo Stefanini, giunto ai quarti sia al
Città di Firenze che a Salsomaggiore oltre a conquistare insieme ai suoi
compagni di circolo, lo scorso anno, la serie A1 maschile. Mentre al
femminile saranno Alessandra Simonelli e Lucrezia Stefanini rientrata tra le
migliori, che hanno esordito lo scorso anno nella squadra campione d’Italia
di serie A1 femminile a cercare di fare un torneo di alto livello. Come
ogni anno verranno assegnati diversi riconoscimenti. Il Trofeo Banca
Popolare di Vicenza alla nazione che vedrà i suoi atleti classificarsi nelle
migliori posizioni. A questo premio si affiancheranno il Trofeo Logli
Massimo Glass System Technology, per i vincitori del singolare maschile,
femminile e dei doppi e il Trofeo Marini mentre verrà consegnato il Trofeo
dell’indimenticabile Loris Ciardi a chi per due anni consecutivi riuscirà a
vincere il singolare maschile o femminile. Il direttore del torneo è Antonio
Maccioni mentre il Referee è Fabrizio Di Meo con assistenti Alessandro
Bartoletti e Gianfranco Gori, arbitri Alessandro Parlini e Massimo Cremasco.
Come sempre per tutta la durata della competizione l’ingresso al Tc Prato
(via Firenze) sarà libero e i risultati del torneo potranno essere seguiti
tramite il sito internet www.tennisclubprato.com .
Del Bimbo Fabrizio

lunedì 28 aprile 2014

Il vincitore del Torneo a Firenze ci riprova a Prato al 32° Torneo internazionale giovanile

 



 Quest’anno è stato il turno del tedesco Jan Choinski che nel  torneo fiorentino conclusosi il 21 aprile ha perduto un solo set – nei quarti di finale - battuto proprio da un italiano, cioè il romano Matteo Berrettini. E’ un atleta completo, sembra possedere, insomma, tutti i requisiti per essere in un prossimo futuro protagonista nel grande tennis. Anche per questo motivo Choinski è atteso con molto interesse nel 32° Torneo internazionale giovanile di Prato in programma dal 4 all’11 maggio. Anzi partirà quale grande favorito. La presentazione di questo torneo pratese si è svolta martedì  29 aprile  presso il Tennis Club Prato.

Pure il tennis italiano femminile è uscito sconfitto nella rassegna fiorentina. Ha vinto la serba Katarina Jokic. Ultimo successo italiano è stato quello di Martina Trevisan di Lucca, nel 2009. La Trevisan è una grande speranza del nostro tennis. La ragazza sta tornando in campo dopo un periodo di sosta per problemi fisici.  Gli esperti di tennis sostengono che questi modesti risultati a Firenze dei nostri tennisti si devono in particolare a due motivi. Uno è la preparazione. Gli atleti dell’est arrivano già in piena forma per aver già disputato diversi tornei e decisi a lottare per il successo, mentre i nostri giovani sul piano atletico sono più indietro quindi alla distanza sono più vulnerabili. L’altro motivo, segnatamente in campo femminile, è l’età. Mentre le tenniste dell’est sono al limite anagrafico consentito; le nostre ragazzi sono in una fascia di età inferiore di circa due anni.
 
Dei toscani bene in campo maschile il 17enne Jacopo Stefanini di Prato. Un figlio d’arte in quanto i i genitori sono entrambi tennist. Nel torneo di Firenze è stato eliminato ai quarti di finale da un ungherese tra i più in vista dei protagonisti del torneo. In campo femminile c’era molta attesa per Tatiana Pieri di Lucca. Purtroppo per questa giovanissima atleta c’è stata la sfortuna di essere sorteggiata subito contro la fortissima slovacca Kristina Schmiedlova, finalista con la vincitrice del torneo la serba Jokic.
 
 Speriamo di ottenere risultati migliori  nel torneo di Prato e di ben figurare in quello, ancora più importante, di Santa Croce sull’Arno in programma dal 12 al 18 maggio. Intanto i campionati toscani assoluti si svolgeranno tra giugno e luglio in due città : una sarà Firenze; l’altra quasi sicuramente Massa.
 
Fabrizio Del Bimbo
Nicoletta Curradi

domenica 27 aprile 2014

Demeteor strappa sul palo a Frankenstein la vittoria nella 187^ Corsa dell’Arno.




All’ippodromo fiorentino del Visarno,in una tiepida giornata primaverile,venerdì 25 Aprile 2014,si è svolta sui 2200 metri di pista grande la 187^ edizione della Corsa dell’Arno,con il conforto di un folto pubblico,che ha potuto assistere ad una corsa emozionante ed incerta fino alla sua conclusione.Il favorito netto dell’handicap limitato,fornito di 55.000 euro,il teutonico Orsino ha deluso grandemente le attese e piu’ di lui ha deluso il suo fantino Luca Maniezzi,che ha buttato via lungo il percorso le chances primarie del purosangue caro a Kurt Fekonja,sbagliando letteralmente la tattica di corsa ed intraprendendo proibitive corsie esterne,che in curva pesano il doppio.Il figlio di Mamool e Orosole ha sfondato e preso il comando all’intersezione, poco prima dell’ultima curva,ma in dirittura d’arrivo a 200 metri dal palo ha alzato bandiera bianca,folgorato dal rush dell’indomito Frankestein,che veniva pizzicato a fil di palo dalla sorpresa Demeteor,un 4 anniche pagava 11 euro al betting.La terza moneta veniva conquistata dal meneghino Benvenue,che giungeva a due lunghezze abbondanti dai primi due,precedendo il bottiano The Lion Fish ed Il Romito,vincitore del Camarrone 2014.Orsino si classificava mestamente al sesto posto,comportando una grande delusione nei supporters,che lo consideravano quasi imbattibile per gli undici avversari.In premiazione molta euforia del clan del 4 anni Demeteor, pupillo della Razza dell’Olmo,con il romano Riccardo Menichetti e Germano Marcelli sugli scudi.Alla premiazione ha partecipato il vicesindaco fiorentino Dario Nardella,affiancato dai vertici dirigenziali del Ministero delle Risorse Agricole.Commovente il comportamento in corsa dell’anziano Frankenstein,che all’ingresso dell’ultima curva si trovava in ultima posizione.Dal 2011 tutti i cavalli che vogliono vincere devono fare i conti con l’anziano di Roberto Cavalli,che vanta nell’Arno un palmarés di due piazze d’onore ed una affermazione. La Corsa dell’Arno, dichiarata Tris straordinaria all’ultimo momento,su cui si raccoglievano scommesse Tris,Quarté e Quinté, incassava 254.617.000 euro di movimento, mentre l’intero convegno,fornito di 104.000 euro di portafoglio,ha prodotto un introito complessivo di 587.000 euro.Piu’ che discreta a livello nazionale la media di gioco a giornata dopo i 4 convegni d’Aprile,attestata a 461.000 euro. Il Ministero delle Risorse Agricole, per il mese di Maggio, da voci di corridoio, pare che voglia conferire altri 4 convegni di corse al Galoppo di Firenze,giovedì 8,15,22 e 29, che sinceramente ci sembrerebbero assai pochi, date le enormi potenzialità di gioco e di pubblico del fastoso impianto gigliato. Comunque sia, il Visarno, in questo primo scorcio stagionale, ha dimostrato ampiamente di saper catalizzare il pubblico toscano, offrendogli una buona accoglienza e discreti servizi .(Nell’immagine Demeteor sottomette Frankenstein nell’Arno 2014)
 
Fabrizio Del Bimbo